Published on 10 Febbraio, 2017 | by Staff

0

Olio di Camelia e Acqua di Riso: il segreto delle donne giapponesi

Le donne giapponesi, soprattutto quelle dell’isola di Ooshima, si sono sempre fatte notare per la purezza della loro pelle e la luminosità e morbidezza della chioma: ma il segreto della loro bellezza non può e non deve essere limitato all’olio di Camelia. Questo portentoso estratto vegetale, infatti, è solo una componente di un trattamento di bellezza che vede nell’acqua di riso un degno completamento. Vediamo insieme come le donne giapponesi combinavano questi due elementi così benefici.

Olio di Camelia e acqua di riso

Olio di Camelia e acqua di riso: un binomio capace di donare uno straordinario aspetto alla cute. Merito dell’acido oleico, dei trocoferoli e dei polifenoli contenuti dall’olio, ma anche dell’acqua ottenuta bollendo il riso: il motivo è che la crusca del riso è ricca di sostanze nutritive che, se applicate su una pelle appena trattata con l’olio di Camelia, ne potenziano gli effetti idratanti e rigeneranti.

I benefici e le proprietà dell’acqua di riso

L’acqua di riso è uno di quei rimedi che, nonostante la grande efficacia, sono rimasti legati più alle tradizioni del paese d’origine, faticando a riscontrare consensi nel resto del mondo. Eppure le sue proprietà sono note da millenni alle donne giapponesi, che lo utilizzavano (e lo utilizzano ancora oggi) per idratare la pelle dopo le tante ore trascorse sotto il sole cocente nelle risaie. Merito delle numerose sostante nutritive contenute sia dall’acqua di cottura della crusca di riso, sia dall’acqua che viene utilizzata per sciacquarlo. Infine, il riso possiede anche una serie di elementi che non solo idratano la pelle, ma la aiutano anche a trattenere i liquidi per più tempo, soprattutto quando si è esposti al sole e al caldo.

Come utilizzare olio di Camelia e acqua di riso

Per poter godere dei benefici di entrambi, vi basterà applicare l’olio di Camelia sui polpastrelli e massaggiarvi il viso, soprattutto in corrispondenza delle zone problematiche. Fatto questo, potrete semplicemente sciacquarlo via dopo 5-10 minuti utilizzando l’acqua di cottura del riso.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑